lunedì 31 marzo 2008

5^ Treviso marathon....report parte 2^

La notte prima dell'esame :) complice un'ansia a livelli massimi è stata molto agitata e le ore si sonno sono state ovviamente poche (3-4..?). Finalmente arriva l'ora della sveglia (6:30) e subito colazione di rito 3 ore circa prima della partenza (thé, 4 fette biscottate con marmellata, 5 biscotti, una spremuta e un caffè con poco zucchero). Si parte poi con il rito della vestizione: applicazione della fascia cardio, crono Polar al polso sinistro, completo della mia società , applicazione del cotone tra il pollice e l'indice del piede sinistro, calzetti tecnici,vasellina nelle parti a rischio,...controllo della borsa, jeans, felpa e via...vado a prendere il mio amico Michele (che nella maratona di Venezia si era ritirato) che sembra molto meno teso di me...breve viaggio verso Vittorio Veneto (20m circa) e raggiungiamo il luogo della partenza...Arriviamo giusto in tempo per depositare le borse gara nei furgoni addetti al trasporto delle stesse, mi tolgo felpa e jeans e indosso la mia cintura preposta al trasporto degli zuccheri (4 confezioni di maltodestrine da 33gr in gel da prendere ovviamente (a parte la prima presa 30' prima della partenza) dopo determinati intervalli di tempo. Foto di rito con la mia squadra (dove noto una tensione a livelli mai visti :-o)che si presenta per l'occasione al gran completo (circa 40 runners)...ecco una prima foto:

Oramai non si torna più indietro..:), 9:20 sono già sulla griglia di partenza, il tempo non passa più, cerco di fare qualche battuta con i compagni, ma la tensione sale, lo speaker è indiavolato +indiavolato2+, "storica, storica, storica", quante volte l'ho sentito....9:40 ci mancava solo l'aereo con le scie tricolori, lo speaker fuori di se' +indiavolato2+ +indiavolato2+ e io ancor di più...guardo le pulsazioni...prendo spavento :-o....9:45 lo sparo si parte..tutti a braccia alzate...emozione indelebile....start line parte la mia gara...
Dopo il 1 km ovviamente lento (5'08'')cerco nel più breve tempo possibile di raggiunge la soglia cardiaca (tra i 155-158bt)che mi ero prefissato di rispettare per la mia prima parte di gara (credevo fino ai 2 terzi di gara, in realtà le cose sono poi cambiate...), tanto poi avrei saputo che a parità di velocità per l'effetto della cosiddetta "deriva della frequenza cardiaca" i battiti si sarebbero alzati di 5-7 pulsazioni. Rispettando questo range vedo da subito che l'andatura di assesta sui 4'50''/km...già al di sopra dei miei standard...e già sentendo il caldo chiudo i primi 10km in 48'52 (4'52''/km). Dal 10km alla mezza si passa proprio nella cittadina in cui vivo e quindi con tutta la gente che sbraita-incita è più duro tenere un'andatura costante....al km 13-14 piazzo un 4'40''-4'41''praticamente senza accorgermene e prontamente i battiti s'impennano oltre misura (162b)....troppo alti, per riprendere il controllo (dopo cmq aver rallentato a 4'52/km) volutamente rallento e al 18-19km piazzo un 5'05''-5'08''. Ma cio' non basta i battiti sono alti (159-160)...si arriva alla mezza che chiudo in 1'43'10''(4'53''/km, parziale 4'53''/km circa). Sono condizionato dai battiti rallento...21-22km in 5'09''-5'06'', seconda bustina di maltodestrine...vado controllatissimo (dopo Venezia avevo paura....) guardo in continuazione i battiti.. 25-26km in 5'05''-5'06''a 162bt!! ...mi supera Michele...che mi dice che ha i battiti alle stelle (sui 170) ma se ne sbatte le palle..lo lascio andare...e con lui i pacemaker delle 3'30''..3 bustina di maltodestrine...comincio a sbattermi meno dei battiti accetto pulsazioni sui 166 per tenere un andatura intorno ai 4'58''/km...dal 30 al 32km un indolenzimento al quadricipite sx che mi preoccupa un po' ma che non mi frena (vado ai 5/km). Al 33km ultima razione di maltodestrine e li lascio ogni tipo di indugio...comincia la vera gara...la sofferenza più pura...non guardo più i battiti..e vado in progressione 4'58''al 35°, 4'57''al 36°,4'54''al 37°, 4'58''al 38° e 39°,4'51'' al 40°, 4'50''al 41°, poi un rallentamento da crampi, ma ormai nessuno poteva più fermarmi...E all'arrivo un'altra scena che non dimenticherò più...100m al traguardo, tappetto rosso una marea di gente sulle gradinate che urlano, lo speaker...vedo il tabellone che è a 3h30'45''...non deve scattare il 3'e 31''...parte una canzone...che è una delle mie canzoni preferite e che fa parte della colonna sonora che accompagna i miei ..LL...scatta la molla...braccia alzate...la gioia più pura...3h 30'57''(official time) (3h 30'16'', real time e quindi a 4'59''/km)....la canzone.....beh ovviamente "We can be heroes" di David Bowie....si per un giorno possiamo essere eroi....

6 Comments:

Monica said...

ottimo!! 15' in meno di venezia o sbaglio??? ho sentito molti dire che i battiti durante la gara erano alle stelle. non so se e' una cosa normale o se e' il riusltato del caldo.
cmq BRAVISSIMO e complimenti! fai anche padova?

albertozan said...

grazie Monichina :) ..13 minuti in meno per l'esattezza..cmq caldo + ansia da gara = battiti altissimi....Per Padova lasciamo passare una settimana...e poi vediamo..;)...ciao...

Costantino said...

beh complimenti sia per il tempo che per la bella descrizione.......
Costantino (alias kenf69) :)

albertozan said...

grazie kenf69...spero che il malanno ti passi presto...anche perché non vedo l'ora di leggere una tua cronaca..

Furio said...

Complimenti Alberto ! ;)

albertozan said...

grazie Furio :-)

blogger templates | Make Money Online